Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA VIDEO RUBRICA

«Il medico risponde», la chirurgia della mano all'Ospedale Oglio di Casalmaggiore

Il direttore della UO di Ortopedia, Pedrazzini: «Il Tunnel Carpale è una delle patologie più frequenti ed è molto diffusa. Richiede un intervento chirurgico tempestivo all'insorgere dei sintomi»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

20 Febbraio 2022 - 05:15

CASALMAGGIORE - Torna l’appuntamento domenicale con la video rubrica dedicata alla salute «Il medico risponde».

Protagonista di questa puntata è il dottor Alessio Pedrazzini, Direttore dell’Unità operativa di Ortopedia dell’Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore. «La chirurgia della mano è la chirurgia che può essere svolta sia per le patologie di elezione - di tipo degenerativo o infettivo neoplastico - sia per le lesioni traumatiche. La specialità in chirurgia della mano in Europa non esiste più, in quanto è stata assorbita dall’Ortopedia, rimane però un master di secondo livello che viene svolto in alcune università italiane».

Quali sono le patologie più frequenti che richiedono un intervento chirurgico? «Sono quelle di tipo degenerativo che interessano la mano, patologie canalicolari ossia compressione di un nervo come nel caso della sindrome del Tunnel Carpale oppure di tendini come il Dito a scatto».

 

IL TUNNEL CARPALE.
 

Il Tunnel Carpale «è un’affezione estremamente frequente che è aumentata soprattutto in seguito all’introduzione della tecnologia nella nostra vita quotidiana - sottolinea di dottor Pedrazzini -. Provoca una fastidiosissima sintomatologia soprattutto di notte. Un formicolio che sveglia il paziente e poi scompare, ma che è un primo segnale da non sottovalutare».

Il trattamento è solo di tipo chirurgico. «E’ importante intervenire subito perché non operare il tunnel carpale conduce alla perdita di sensibilità delle prime tre dita e della parte interna del quarto e successivamente porta alla riduzione del volume dei muscoli del pollice - spiega il direttore Pedrazzini -. Meglio dunque operare un tunnel carpale lieve perché le lesioni nervose sono permanenti e, quindi, riuscirà meglio un intervento su una lesione lieve piuttosto che su una lesione grave».
L’Ortopedia dell’Oglio Po è diffusamente riconosciuta come punto di riferimento per gli sportivi di diverse discipline: dal rugby al football americano, dalla boxe alle pallavoliste, ai campioni di moto.

La video rubrica dedicata alla salute - in collaborazione con l’Asst di Cremona - tratta tutte le settimane un argomento specifico con l’aiuto di uno specialista. Informazioni sull’Unità operativa di Ortopedia dell’Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore sul sito (www.asst-cremona.it).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400