Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

BULLISMO. LA STORIA

Monticelli, Raffaele Capperi: «La mia lotta contro i prepotenti»

Esce a breve il libro dell'influencer bullizzato per il suo aspetto: «Sono molto emozionato»

Elisa Calamari

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

10 Settembre 2021 - 06:05

Monticelli, Raffaele Capperi: «La mia lotta contro i prepotenti»

Raffaele Capperi

MONTICELLI - Nell’ottobre 2020 ha commosso milioni di telespettatori con il suo racconto e il suo invito «Siate gentili» lanciato dal palco della trasmissione ‘Tu si que vales’ di Canale 5, ora ha deciso di scrivere la sua storia e soprattutto di spiegare perché e come lotta contro il bullismo: il prossimo 28 settembre uscirà il libro del 27enne Raffaele Capperi, edizione DeAgostini, che ha come titolo due aggettivi. Quelli che troppo a lungo gli sono stati cuciti addosso dai giudizi altrui: ‘Brutto e cattivo’. 

Sono molto emozionato. In questo libro c’è tutto: il mio cuore, la forza, la sofferenza, il riscatto… la gentilezza. In poche parole la mia anima

«Sono molto emozionato – dice il monticellese, nato con la sindrome di Treacher Collins che provoca malformazioni al viso, problemi di udito e respirazione –. In questo libro c’è tutto: il mio cuore, la forza, la sofferenza, il riscatto… la gentilezza. In poche parole la mia anima». Raffaele da alcuni anni sta lottando concretamente contro il bullismo, prima attraverso i social network utilizzando soprattutto Tik Tok, e poi anche con incontri organizzati in varie scuole del territorio. Avendo vissuto sulla propria pelle l’emarginazione e la derisione che feriscono in modo indelebile, si augura che leggendo il suo libro altri bambini o ragazzi che stanno attraversando momenti difficili, possano acquisire sicurezza in loro stessi. «É questo il mio invito – dice infatti il 27enne, che ha studiato a Cremona e oggi lavora a Piacenza –: essere fieri di ciò che siamo».

Sul retrocopertina del volume si legge: «Il mondo è stato cattivo con me. Fin da bambino il mio aspetto ha generato reazioni esagerate e di disprezzo. Ho pianto in silenzio. Non sapevo che cosa fare per non essere visto. Poi, dopo anni passati a nascondermi, ho avuto il coraggio di mostrare il mio viso sui social. Ho vissuto nuovi attacchi, ma ho anche scoperto che è possibile dire basta. Basta bullismo, basta indifferenza, basta additare il diverso. Basta. Siate gentili».

Nelle pagine che gli sono costate ricordi difficili, a tratti davvero dolorosi, Raffaele racconta tutte le volte in cui è caduto e si è rialzato: è venuto al mondo senza il mento né gli zigomi, senza poter sentire nulla di quanto lo circondava; è stato isolato, respinto e temuto. Ricorda di quando all’asilo i bambini che lo vedevano entrare si allontanavano, di come il suo viso creava una barriera invisibile tra lui e gli altri. Eppure, Raffaele ha saputo trovare il modo di superarla e farsi ascoltare davvero. Oggi la sua voce diventa megafono per tutti quelli che hanno subito violenza, ma soprattutto è un incoraggiamento a non arrendersi mai.

Il libro è già in preorder negli store online e sarà disponibile anche in formato ebook Kindle. Per il giovane che è diventato un vero e proprio influencer anti-bullismo con i suoi 580 mila followers, è un sogno diventato realtà.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400